AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Home » Non sono solo numeri: i volti del 5x1000
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Non sono solo numeri: i volti del 5x1000

Una ricerca che cambia la vita delle 126.000 persone con sclerosi multipla d’Italia e di tutte le altre che vivono nel mondo. Una ricerca che conta su tutti noi, su ciascuno di noi. Basta scrivere un numero, 95051730109, e mettere la propria firma sulla Dichiarazione dei Redditi.

23/07/2020 - 09:00

«Io lavoro, e penso a te». Per chi, tra noi, ha qualche anno sulle spalle, è stata la colonna sonora di tanti rientri a casa, la sera, o di incontri emozionati in spiaggia, al bar, sotto un lampione.

Lavorare tutto il giorno e pensare all’altra persona è quello che fanno, per tante ore ogni giorno, anche Massimiliano, Matilde, Federico, tre ricercatori, tre medici, tre persone speciali che AISM sostiene con la sua Fondazione FISM.

 

 

Massimiliano Di Filippo, 40 anni, vincitore del Premio Rita Levi Montalcini 2019, al mattino fa il medico neurologo, va al Centro SM, incontra le persone, le ascolta. Poi, nella parte del giorno che gli resta, va in laboratorio e studia per conoscere meglio la sclerosi multipla nei suoi meccanismi più complessi e attuali: «Non c’è modo di avere una cura, una soluzione di un problema, se non capiamo l’origine di quel problema. Oggi sappiamo che cervello e midollo spinale possono continuare a modificarsi, a qualsiasi età, e noi possiamo imparare a sfruttare questa loro capacità» per aiutare le persone con sclerosi multipla a ricostruire una nuova plasticità dei neuroni danneggiati dalla malattia.

 

Matilde Inglese, 52 anni, ha una storia particolare: è stata negli Stati Uniti, a lungo, ora è tornata in Italia grazie all’investimento che AISM ha fatto, grazie ai fondi arrivati dal 5x1000, per l’acquisto di un nuovissimo macchinario di risonanza magnetica per l’Università di Genova.

Una storia bellissima, a ben vedere: con la nostra firma contribuiamo a fare tornare in Italia ricercatori importanti, come Matilde, che ha fissa in testa un’idea e lavora ogni giorno per realizzarla: «grazie a macchinari come questi possiamo capire velocemente se le terapie in sperimentazione sono efficaci e dunque di metterle a disposizione delle persone con SM in un tempo relativamente breve».

 

E poi c’è Federico Bozzoli, 42 anni, che fa il ricercatore e ha la sclerosi multipla: «È decisivo che la voce delle persone con sclerosi multipla sia presente al tavolo dove tutti i protagonisti della ricerca decidono cosa fare» per trovare le risposte che ancora mancano alla vita di chi ogni giorno affronta la sclerosi multipla con la voglia di non darla vinta a questa malattia seria, complicata, imprevedibile.

 

E poi ci siamo noi: FISM ha potuto destinare, da quando è nata ad oggi, più di 80 milioni di euro per sostenere Massimiliano, Matilde, Federico e più di 400 ricercatori perché tanti italiani credono che se c’è una vita oltre la sclerosi multipla c’è una strada per arrivarci: dare forza alla ricerca scientifica. La ricerca di base, che indaga le cause della SM e cerca la cura risolutiva; la ricerca clinica, che cerca terapie sempre più efficaci e personalizzate, la ricerca riabilitativa che consente a tante persone di vivere una vita di qualità. Una ricerca a 360 gradi, che AISM con FISM sostiene e indirizza.

Una ricerca che cambia la vita delle 126.000 persone con sclerosi multipla d’Italia e di tutte le altre che vivono nel mondo.

Una ricerca che conta su tutti noi, su ciascuno di noi.

 

Basta scrivere un numero, 95051730109, e mettere la propria firma sulla Dichiarazione dei Redditi, nel riquadro del “Finanziamento alla ricerca scientifica e Universitaria”.

 

5x1000 - Scopri tutte le informazioni sulla campagna

  • Articoli recenti
Pubblicato il 31/07/2020 - 16:00

Come in Paradiso: in carrozzina tra le Dolomiti

Anche quest'anno, oltre l'emergenza Coronavirus, la Sezione AISM di Venezia e il Gruppo operativo AISM di...
Leggi l'articolo
Pubblicato il 30/07/2020 - 08:45

I Centri Diurni AISM «Ripartire ogni giorno, tra incertezza e vicinanza»

L’esperienza impegnativa dei tre Centri Diurni AISM: quello che hanno dovuto, potuto e voluto fare per...
Leggi l'articolo
Pubblicato il 24/07/2020 - 09:45

«La mia vita da “nobile” della sclerosi multipla, il mio impegno in AISM».

Anna Guffanti, attuale segretaria della Sezione AISM di Lodi, intreccia l’esperienza vissuta insieme agli...
Leggi l'articolo