AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Home » “La disabilità è una condizione dell’essere umano”, appartiene a tutti, non a pochi!
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

“La disabilità è una condizione dell’essere umano”, appartiene a tutti, non a pochi!

19/02/2021 - 10:00
Succede sempre di venerdì

Ce lo ha ricordato Giampiero Griffo in una serata di “Succede Sempre di Venerdì”. Si parlerà anche di Disabilità, inclusione, giovani, giovanissimi il 19 febbraio, con un best of dell’anno, con entusiasmo e impegno  

 

Apre così Griffo: «La disabilità è una condizione dell’essere umano. Nell’arco della vita, dice l’Organizzazione Mondiale della Sanità, tutte le persone sulla terra vivranno condizioni di disabilità sia perché bambini, a causa di un incidente, o perché si diventa anziani. Si calcola che il problema (la disabilità ndr) riguardi un miliardo di persone, circa il 15% della popolazione, in realtà sono 7 miliardi quelli che vivranno una condizione di disabilità. Ricordarlo con questo approccio significa riconoscere che queste persone diventano disabili a causa di una relazione negativa della società nei loro confronti. La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità delle Nazioni Unite scritta nel 2006, fatta propria da 182 Paesi […] fra cui l’Italia e tutti i Paesi dell’Unione Europea, dà una definizione che cambia proprio l’approccio. Fino a ieri si considerava le persone che avevano una limitazione funzionale di vario tipo, responsabili dell’impossibilità di partecipare alla società, e quindi si assisteva alla logica di assistere e proteggere. La Convenzione cambia completamente, dice che la disabilità è l’interazione tra le caratteristiche delle persone e il modo in cui la società ne tiene conto. Che significa che un cieco può lavorare, ma a certe condizioni, un sordo può comunicare a certe condizioni, una persona in sedia a rotelle come me si può muovere a certe condizioni. La società si è dimenticata di noi e allo stesso tempo ha creato barriere, ostacoli e discriminazioni che non ci aiutano a partecipare. È un modo dunque per ricordare nuovi approcci al tema della disabilità e allo stesso tempo tutelare i diritti di queste persone che spesso sono violati, a volte consapevolmente, altre volte inconsapevolmente».

 

 

Con queste parole chiare, nette, il dott. Giampiero Griffo –Coordinatore del Comitato Tecnico-scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità – è intervenuto nella trasmissione “Succede sempre di venerdì” che venerdì 19 febbraio 2021 su Telegenova, e poi sui canali Facebook e Youtube di AISM, propone un best of della serie andata in onda per tutto il 2020. 

Griffo – che è stato nel gruppo della delegazione italiana che ha contribuito a scrivere la Convenzione ONU, come ci ha raccontato in una recente intervista - parla anche di disabilità e inclusione, e di come le persone con disabilità abbiamo pagato un prezzo più alto di altre nel corso della pandemia.

 

Si parla di diritti manche di giovani e giovanissimi, con la neurologa del Numero Verde Grazia Rocca, e con il Direttore Sanitario del Centro di Riabilitazione AISM Liguria, dott. Giampaolo Brichetto, insieme a Enrica Marcenaro e Sara Tagliente

  • Articoli recenti
Pubblicato il 04/03/2021 - 16:30

«Io, donna innamorata della vita, affronto da medico la pandemia»

Il valore di una donna non inizia e non finisce con l’8 marzo: il coraggio, la determinazione, la...
Leggi l'articolo
Pubblicato il 02/03/2021 - 14:00

In ricordo di mia mamma, dei suoi 23 anni con la SM, della sua immensa dignità

Stefano Ristagno, 39 anni, ricorda la mamma Caterina, venuta a mancare 5 anni fa dopo 23 anni di vita con la...
Leggi l'articolo
Pubblicato il 01/03/2021 - 14:00

Donna e disabile: discriminazione doppia

L'inchiesta realizzata per SM Italia 1/2021 approfondisce il tema della doppia discriminazione, quando si è...
Leggi l'articolo

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram