AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Home » Diroximel fumarate (ALKS 8700) BIIB098, Vumerity
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Diroximel fumarate (ALKS 8700) BIIB098, Vumerity

 

Fase di sperimentazione della terapie

sperimentazione terapie

 

Azienda: Biogen

 

Meccanismo di azione

Diroximel fumarato è una molecola analoga al dimetil fumarato e nell’organismo umano le due molecole vengono convertite in monometil fumarato, si ritiene però che il diroximel fumarato possa avere meno effetti collaterali a livello gastrointestinale rispetto al dimetil fumarato. Anche se i meccanismi di azione dei due fumarati non sono  completamente conosciuti, gli studi in laboratorio hanno suggerito che potrebbero agire da una parte riducendo l’infiammazione e dall’altra proteggendo le cellule nervose quando vengono attaccate dai mediatori chimici rilasciati durante l’attacco immunitario.

 

Modalità di assunzione

Diroximel fumarato si assume in compresse, due volte al giorno

 

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali più frequentemente segnalati sono flushing, dolore addominale, diarrea e nausea (eventi segnalati per il dimetil fumarato che è lo stesso metabolita del diroximel fumarato).

 

Gennaio 2021: l’azienda ha presentato domanda di autorizzazione del farmaco, come trattamento per la SM recidivante remittente, all’EMA.

 

Future ricerche

EVOLVE-MS-1 - diroximel fumarato

Questo studio di fase III sta valutando la sicurezza e tollerabilità del farmaco, assunto per circa 2 anni da persone con SM recidivante remittente, l’obiettivo dello studio è quello di valutare gli effetti collaterali, lo studio dovrebbe terminare a fine del 2020.

Risultati comunicati in corso di studio avrebbero evidenziato che dopo un anno di trattamento il diroximel fumarato era meglio tollerato, e che gli effetti collaterali, nella maggior parte dei casi di grado lieve, più frequenti erano stati flushing (44%) e disturbi gastrointestinali (31%). 

 

EVOLVE-MS-2 - diroximel fumarate confrontato con dimetil fumarato

Questo studio di fase III sta coinvolgendo 500 persone con SM recidivante remittente che assumeranno o diroximel fumarato o dimetil fumarato per 5 settimane allo scopo di confrontare  eventuali effetti collaterali gastrointestinali. In particolare il principale obiettivo dello studio sarà il numero di giorni in cui i partecipanti presenteranno sintomi gastrointestinali. In un comunicato stampa dell’azienda di novembre 2019 (si può aggiornare citando lo studio pubblicato a Gennaio 2020 ved ref in basso) è stato annunciato che le persone che assumevano diroximel fumarato avevano problemi gastrointestinali per un minor numero di giorni rispetto a coloro che assumevano il dimetil fumarato  La percentuale complessiva di partecipanti che hanno interrotto il trattamento a causa di effetti collaterali è stata dell'1,6% per diroximel fumarato e del 6,0% per Tecfidera. Coloro che hanno interrotto il trattamento a causa di problemi gastrointestinali sono stati dello 0,8% per il diroximel fumarato e del 4,8% per Tecfidera.

 

Bibliografia

Diroximel fumarate (DRF) in patients with relapsing-remitting multiple sclerosis: Interim safety and efficacy results from the phase 3 EVOLVE-MS-1 study. Robert T Naismith et al. 

 

Diroximel Fumarate Demonstrates an Improved Gastrointestinal Tolerability Profile Compared with Dimethyl Fumarate in Patients with Relapsing–Remitting Multiple Sclerosis: Results from the Randomized, Double-Blind, Phase III EVOLVE-MS-2 Study. 

 

Robert T. Naismith, The EVOLVE-MS-2 Study Group

 

Ultimo aggiornamento luglio 2021

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram