AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Home » Sintomi della sclerosi multipla: epilessia
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Sintomi della sclerosi multipla: epilessia

sintomi sclerosi multipla - epilessia

 

Le crisi epilettiche sono il risultato di scariche elettriche anomale in un'area del cervello ferita o sfregiata, sono abbastanza rare nella sclerosi multipla.

 

Si stima che le crisi epilettiche interessino circa il 5% delle persone con sclerosi multipla. Perché vi sia una diagnosi di epilessia è necessaria una ripetizione delle crisi. Le crisi sono classificate in due forme: generalizzate e focali, possono comportare in alcuni casi anche la perdita di coscienza.

 

Le crisi di tipo tonico-clonico (‘grande male’)

Sono generalizzate e determinano perdita di coscienza e contrazioni muscolari simmetriche comunemente chiamate convulsioni. Durano, in genere, meno di un minuto e sono seguite dalla sensazione di ‘testa pesante’, stanchezza e dolore muscolare, morsicature della lingua, incontinenza sfinterica e ferite.

 

Le crisi parziali semplici

Sono focali e la coscienza è conservata. Se hanno origine dalla corteccia motoria, i sintomi possono consistere nella rotazione della testa e degli occhi o nella contrazione di un arto, mentre se interessano l’area sensitiva si avranno parestesie e sensazione di braccio ‘morto’.

 

Le crisi parziali complesse (‘psicomotorie’)

Sono focali, con alterazione dello stato di coscienza. Iniziano con l’arresto improvviso dell’attività corrente e sono spesso associate a movimenti automatici ripetuti della bocca o delle mani. Nei casi in cui una crisi perdura nel tempo viene definita ‘stato di male epilettico’ e rappresenta (soprattutto se di tipo convulsivo) un’emergenza medica.

 

A livello psicologico la presenza di una condizione di epilessia può determinare nella persona con sclerosi multipla irritabilità, depressione, ansia. Alterata percezione dell’identità personale oltre ad avere impatti negativi sui rapporti sociali, sul lavoro. Potranno essere di aiuto l’apprendimento di tecniche di gestione dello stress correlato alle crisi, supporto psicologico per sostenere i cambiamenti nella percezione dell’identità e del proprio mondo sociale, la partecipazione a gruppi di auto/mutuo aiuto per aiutare il paziente a normalizzare la propria condizione, a sentirsi compreso e attivo.

 

Sintomi della sclerosi multipla: epilessia. La diagnosi

Le crisi epilettiche di solito sono diagnosticate tramite un'accurata storia clinica e un elettroencefalogramma (EEG), l'esame che registra l'attività elettrica del cervello.

 

Sintomi della sclerosi multipla: epilessia. Come si tratta

La maggioranza dei disturbi di tipo epilettico può essere controllata con l'uso di farmaci anticonvulsivi appropriati, tra cui per esempio carbamazepina, valproato, difenilidantoina, fenobarbital, gabapentin, lamotrigina e altri ancora. Infine è essenziale eseguire periodici controlli medici.

 

Ultimo aggiornamento 9 febbraio 2022

 

Nella foto in alto: un'immagine dal reportage Under Pressure - Living with MS in Europe. 2011 @ Fernando Moleres

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram