AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 18/04/2021
E.g., 18/04/2021
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Succede sempre di venerdì ritorna con 16 nuove puntate per parlare di sclerosi multipla

Il programma TV che parla di disabilità, volontariato, ricerca scientifica, diritti delle persone, discriminazione e sclerosi multipla. Sarà visibile su 13 palinsesti televisivi italiani e sul canale 18 di Telegenova, a partire da venerdì 26 febbraio ore 21,30

24/02/2021
Telegenova


 

Da venerdì 25 febbraio alle ore 21.30, sul canale 18 di Telegenova e su 13 palinsesti televisivi italiani, questa la grande novità di questo 2021, “Succede Sempre di Venerdì” andrà in onda fino a giugno. Sara Tagliente ed Enrica Marcenaro, conduttrici del programma, parleranno con garbo e ironia di volontariato, salute, disabilità, diritti, sclerosi multipla e di AISM, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla che ha voluto queste puntate per sensibilizzare e informare sulla malattia.  In Friuli e Campania la messa in onda sarà in prima serata, proprio come in Liguria.

 

Le nuove puntate andranno in onda su altri circuiti televisivi che hanno chiesto a Telegenova di poter trasmettere “Succede sempre di venerdì”. Un primo test partirà anche con Retenews 2-0, un network nazionale del digitale terrestre con 168 reti televisive e passaggio satellitare sul canale 821 di Sky.

 

Ogni venerdì sera si parla di una malattia, la sclerosi multipla, cronica e spesso invalidante, che riguarda soprattutto i giovani, le donne, e persino i bambini. È difficile da gestire anche quando non ha sintomi evidenti, quando sembra stare nascosta, silenziosa dentro di noi, eppure c’è. E pesa tantissimo.

 

«Eppure – afferma l’editore di Telegenova, Sergio Barello - quello che potrebbe sembrare un argomento difficile, da cui fuggire, è in assoluto uno dei più seguiti sul nostro canale. E anche la diretta Facebook dell’evento è sempre una di quelle con maggiori like: il nostro pubblico, che ama un’informazione di qualità, si appassiona all’esperienza delle persone con sclerosi multipla che, di puntata in puntata, mostrano di avere il desiderio, la forza e la tenacia per vivere una vita di qualità. Il segreto di questo successo? La complicità tra le due conduttrici Sara ed Enrica, la loro profonda capacità di interazione: riesce a rendere leggeri anche temi impegnativi come la disabilità o il diritto non corrisposto, la ricerca scientifica, che si impegna ma è ostica da capire, la diversità che non deve essere considerata come un ostacolo o un gap». 

 

“Succede Sempre di Venerdì”, dunque, ascolta e racconta le storie delle persone che convivono con questa malattia, dialoga con i ricercatori e i volontari che ruotano intorno all’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, con i medici e gli operatori sanitari che si impegnano per garantire alle persone la ricerca di una cura che ancora non c’è, ma anche qualità di vita, dignità, risposte.

 

«Ed è bello – aggiunge Sergio Barello – che questa umanità, questa passione per la vita trovi spazio e visibilità su una televisione privata come Telegenova, con i suoi 44 anni di storia e il suo pubblico fedele, che ne fanno  un valore primario della Liguria capace di mettersi in rete con le principali televisioni regionali del resto d’Italia».

 

Ne viene un racconto che nasce all'interno dell’Associazione che ha sede a Genova ma che si riflette in 98 sedi sul territorio. Luoghi in cui emergono storie di speranza, paura, dolore, amore e solidarietà, di persone che ogni giorno sfidano la malattia nel loro percorso di cura dove importante è il cammino della ricerca e di nuovi approcci terapeutici.

 

Riccardo Este, giornalista radio-televisivo, che ha ‘creato’ un network virtuale di televisioni locali, tra cui Supersix Lea TV in Lombardia, su cui troverà spazio “Succede sempre di venerdì”, aggiunge: «Per le sue radici diffuse in tutta Italia ho proposto questa trasmissione a diverse televisioni locali. Io, come giornalista, so che lo sport è spesso una molla per uscire da situazioni complicate. Nella SM ci sono persone che vanno incontro a forme anche gravemente invalidanti, purtroppo, e ci sono persone che riescono a continuare a fare una vita attiva e anche a praticare uno sport: una trasmissione come “Succede sempre di venerdì”, con la sua qualità informativa, può dare linfa a quella ‘terapia’ fondamentale che è la voglia di vivere e la forza di reagire delle persone».

 

Da venerdì 25 febbraio va in onda anche su Tele Antenna Trieste (FRIULI)- Nuova Rete Emilia Romagna- Tef Channel (UMBRIA)- Calabria Tv- Sicilia TV- Supersix- Lea Tv (LOMBARDIA). Infine il circuito NCG, piattaforma nazionale creata per la visione on demand delle emittenti tramite app su smart tv, ha chiesto l’ingresso di Succede sempre di Venerdì nelle rubriche di carattere SPECIALE.

 

Sul Territorio nazionale la trasmissione via TV raggiunge tra 140.000/190.000 spettatori a puntata, senza contare l’elevatissimo ascolto in ambito social. «I numeri di ascolto premiano questo impegno. Attraverso le telecamere si è creato e si vuole continuare a creare una relazione tra AISM e gli spettatori che possono conoscere storie che mostrano speranza per tante famiglie. La prima edizione di “Succede sempre di venerdì” attivata in periodo di pandemia ha significato poter davvero far capire alla gente che AISM c’è davvero. Che quotidianamente lavora per loro, offrendo servizi, informazioni, impegno verso la ricerca e verso la conquista dei diritti. Vuol dire che una malattia, (ora più che mai lo abbiamo capito), non è qualcosa che ci può privare del diritto alla vita». - dichiara Francesco Vacca, presidente Nazionale AISM.

 

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram