Salta al contenuto principale
Fratture da fragilità. Un argomento da maneggiare con cura

25/11/2022

Una coalizione di associazioni, società scientifiche, ordini professionali, tra cui AISM, per sensibilizzare su un argomento che riguarda oltre 3 milioni di persone nel nostro Paese. Scarica il pieghevole con 6 buone pratiche

 

La frattura di un osso è dovuta a fragilità ossea? Che relazione c'è tra terapie, altre patologie e la fragilità delle ossa? Sono solo alcune delle domande a cui si è tentato di rispondere con una iniziativa di sensibilizzazione a cui ha partecipato anche l'Associazione Italiana Sclerosi Multipla insieme ad altre associazioni di pazienti, società scientifiche e ordini professionali. 

 

La coalizione Frame® Fratture da Fragilità è una alleanza che ha l’obiettivo di realizzare azioni concrete ed assicurare prevenzione e corretta presa in carico delle persone che sono a rischio di frattura da fragilità.

 

Il problema colpisce circa 3,2 milioni di persone in Italia, e quasi un milione di persone over 50, che soffrono di osteoporosi e possono causare  spesso  disabilità complesse, riduzione della qualità di vita e limitazione funzionale.

 

Tra gli obiettivi di questa alleanza vi sono per esempio far riconoscere le fratture da fragilità come una priorità di salute pubblica, definire e monitorare meglio le dimensioni di questo fenomeno del nostro Paese, sviluppare PDTA dedicati alle fratture da fragilità, definire delle linee guida e aggiornare i criteri di accesso al trattamento farmacologico e monitorare la qualità delle prestazioni e dei benefici prodotti in termini di salute pubblica, fino ad arrivare ad un’appropriata gestione di questo problema.

 

Come prima azione per fare cultura sull'argomento è stato realizzato un documento, scaricabile in fondo a questa pagina, in cui sono contenute 6 buone pratiche facenti parte delle Linee Guida sulle Fratture da Fragilità.