AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 19/09/2020
E.g., 19/09/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Visite di accertamento: vademecum pratico

 

La procedura per la domanda

Ecco i passi da seguire per accedere alle agevolazioni e richiedere le visite di accertamento per l’invalidità civile, lo stato di handicap (l.104) e la valutazione della disabilità ai fini lavorativi (L.68).

 

1) Rivolgersi al proprio medico di base, o a quello di un patronato, che dovrà compilare un certificato on line sul sito dell’INPS. Una volta compilato il certificato, il medico deve rilasciare una ricevuta con un numero che identifica il proprio certificato. Questo certificato può essere a pagamento.

 

Importante!
Da  novembre 2018 se si presenta domanda per l’indennità di accompagnamento, il medico nel certificato introduttivo  (passo 1) deve barrare “sì” anche ad una delle voci specifiche inerenti l’indennità di accompagnamento (impossibilità a deambulare” o “impossibilità a compiere gli atti di vita” ).
Se barra “no” a entrambe queste  voci, la commissione in visita non potrà in nessun caso  valutare e riconoscere l’indennità di accompagnamento.
Se per qualche motivo il medico non barrasse le voci citate, potrà integrarle successivamente  con un altro certificato, appunto denominato “integrativo,  purché lo compili e invii on line prima della convocazione della persona alla visita d’invalidità. Il  certificato “integrativo” serve anche se si vuole chiedere la visita domicilio per impossibilita a spostarsi.
 

 

2) Entro 90 giorni dall’invio del certificato on line, bisogna compilare la domanda di accertamento (con un pin personale rilasciato da INPS per accedere al sito). Questa domanda può essere presentata in autonomia sempre on line sul sito dell’INPS, oppure con il supporto di un patronato.

 

3) La domanda on line è unica:

• si possono chiedere le visite per tutti e 3 gli accertamenti con un'unica domanda;

• oppure fare 3 richieste e 3 visite distinte anche in diversi momenti .

Una volta conclusa la procedura on line, si verrà convocati dall’INPS alla visita tramite raccomandata, telefonata, o messaggio.

 

Per l’accertamento ai fini lavorativi
•  se la persona ha già l’invalidità civile almeno al 46%, non è necessario il certificato introduttivo e si procede direttamente con la domanda di visita per la L.68;
•  se la persona non ha ancora l’invalidità civile, deve fare contestualmente il certificato dal medico e la domanda per fare la visita d’invalidità civile e di L.68.
 

 

La visita

Indicativamente la convocazione a visita avviene entro 30 giorni dall’invio della domanda telematica. La visita si svolge presso la Commissione della ASL di residenza.

In occasione delle visite di accertamento, è fondamentale ricordarsi di portare alla visita:

• i documenti medici più recenti (visite, esami, referti) - in genere non devono essere più vecchi di 6 mesi;

• i certificati delle visite specialistiche (neurologo, fisiatra, urologo, ecc.), che attestino le proprie condizioni psico-fisiche e l’impatto che esse hanno sulla vita quotidiana;

 

Esito della visita

La comunicazione dell’esito arriva in forma scritta direttamente dall’INPS all’indirizzo che la persona ha indicato nella domanda on line.

 

Ultimo aggiornamento gennaio 2019